Come cercare lavoro: scrivere il CV e proporsi alle aziende

Condividi:

Sia che siate in cerca della prima occupazione, sia che dobbiate re-inserirvi nel mondo del lavoro, magari esplorando nuove strade, la prima cosa da fare è redigere un buon curriculum vitae.

Dedicate molta attenzione alla prima stesura perché a questa dovrete apportare alcune modifiche, in base al destinatario di riferimento.

Se l’azienda è vicina a voi potete anche consegnare il CV personalmente, altrimenti meglio l’invio per posta elettronica (basta accedere alla sezione “Lavora con noi” sul sito web dell’impresa che vi interessa, prendere nota dell’indirizzo e-mail o compilare l’apposito form).

Ecco alcune indicazioni utili:

Tenete in archivio 1 CV in formato europeo (alcune aziende lo richiedono espressamente) e 1 CV creativo, in cui proporre le vostre competenze in modo più accattivante e meno “ingessato”.

Siate chiari ed esaustivi, ma sintetici (max 3 pagine): utilizzate i punti elenco per facilitare la lettura.

Allegate sempre una foto che offra di voi un’immagine curata e professionale.

Siate sinceri: aggiungere esperienze che non avete vissuto o scrivere che il vostro inglese è ottimo, quando il livello è solo scolastico… diventerebbe argomento (non piacevole!) durante il colloquio.

NON inviate il curriculum in allegato lasciando vuoto il corpo della mail (o senza aggiungere una scheda di presentazione): il CV sintetizza le vostre esperienze formative e professionali, ma è necessario spiegare perché avete deciso di presentare una candidatura (spontanea o in risposta ad un annuncio) e perché a quella determinata azienda. La motivazione è tutto in un processo di recruiting.

Ogni candidatura dev’essere diversa dall’altra e inviata ad una sola impresa per volta: evitate i copia/incolla a decine di indirizzi! Inoltre: leggete attentamente le richieste. Se l’azienda desidera un candidato disponibile ad effettuare trasferte all’Estero, ma voi non siete favorevoli, inutile inviare il CV. Stesso discorso per gli annunci poco chiari: se c’è scritto “azienda leader nel settore” chiedetevi per quale motivo non ci sia il nome o un indirizzo… soprattutto se la job description si riduce a:“cerchiamo persone motivate e dinamiche”. Sì, ma per fare cosa? Per andare dove?

Selezionare le offerte di impiego è il primo passo per evitare stress inutili e cocenti delusioni. Senza dimenticare che le truffe sono dietro l’angolo: MAI pagare per lavorare, ma lavorare ed essere pagati! Ricordatelo sempre.

I modelli di CV più comuni sono: cronologico (con tutte le esperienze in ordine di tempo, dalla più recente alla meno recente),funzionale (con obiettivi e skill in primo piano, specie se il vostro fine è ricollocarvi), visuale (con infografiche o video, per dare una marcia in più).

 

Fonte: 6Sicuro

Condividi


Ti può anche interessare